Più immagini (4)

Battambang

Battambang è una tappa irrinunciabile in un tour in Cambogia, molto gettonata anche per la sua posizione strategica a 180 km da Siem Reap e non troppo lontana dallo splendido Lago Ton Le Sap, altra meta turistica molto importante nel paese.
La quieta cittadina di Battambang sorge sul fiume Sangker ed è nota per essere “la dispensa della Cambogia” o anche la sua “ciotola di riso” perché grazie ai suoi terreni estremamente fertili è un importantissimo centro agricolo principalmente dedicato alla coltura del riso e della frutta.
Il fascino speciale di questa zona risiede soprattutto nei dintorni cittadini dalla forte anima agricola e molto legata alle tradizioni. Però anche la zona urbana è piacevole per una passeggiata, grazie alla presenza di alcuni edifici architettonicamente interessanti e la forte influenza coloniale che si nota in ogni angolo ma non aspettatevi la vitalità di Phnom Pen e Siam Reap, Battambang è decisamente diversa: un luogo perfetto per partecipare all’amore della terra e della natura dei cambogiani che vivono qui, per rilassarsi ammirando paesaggi romantici e per mangiare le migliori specialità a Km 0 della cucina Khmer molto blasonata di questi territori.

Una visita in questa provincia prevede diverse tappe interessanti e molto rinomate tra i turisti come il Wat Banan (un tempio antico posizionato in modo spettacolare in cima ad una collina), il Phnom Sampov (una montagna bellissima ma ricca di storie truci come quella della killing cave dove sono stati uccisi molti uomini dai soldati Khmer), il pittoresco treno di bambù che attraversa la pianura cambogiana e per finire in bellezza non potete non raggiungere al calar del sole la Bat Cave di Battambang, una grotta abitata da tantissimi pipistrelli che ogni sera si levano in volo al tramonto creando uno scenario indimenticabile.

Wat Banan

Wat Banan è un sito archeologico incantevole che si trova a meno di 30 km a sud di Battambang. Il cuore di questa preziosa meta turistica e religiosa è costituito da un tempio che sorge in modo davvero spettacolare in cima a una collina e che si può raggiungere salendo una lunga scalinata in pietra di ben 358 scalini, costantemente affiancata da particolari corrimano decorati con i mitologici serpenti naga (figure animali molto importanti nella tradizione religiosa indù e buddhista). La scala conduce a cinque edifici sacri (che hanno il nome di prasat) risalenti al XI secolo e sono molto ben conservati rispetto a molti altri templi antichi cambogiani. Questo luogo è davvero magico e mistico, soprattutto se visitato al tramonto quando la luce inizia a calare, l’aria si fa più leggera e la natura si risveglia con suoni misteriosi.

Phnom Sampov, la Killing Cave e la Bat Cave

Phnom Sampov è una bella zona montuosa circa a sud ovest dal centro storico di Battambang dove sorge un importante sito storico e turistico che comprende un bel tempio antico, la famosa Killing Cave e la Bat Cave. La visita in questo luogo comincia solitamente con la partenza dalla base della montagna per arrivare ad un bel tempio sulla cima. La salita è splendida, tutta lungo una scala in pietra e terra immersa nella natura e circondata da simboli religiosi e altari votivi. Una volta in cima è possibile godere di un paesaggio davvero emozionante (e riprendersi dalla fatica!) poi si può visitare la Killing Cave, luogo di tortura e massacro di moltissimi uomini da parte dei Khmer rossi, dove un piccolo monumento contenente alcuni dei teschi e delle ossa di coloro che sono morti si trova all’interno di grotte scenografici insieme ad altri santuari commemorativi costruiti qui per ricordare la portata della tragedia che ha toccato il paese. Quando la sera si avvicina a Phnom Sampov è il momento di recarsi verso l’ingresso della Bat Cave, o in un punto panoramico che inquadri bene quella direzione… perché ogni giorno al calar del sole qui avviene una cosa davvero spettacolare: dal cuore di una grande grotta che si apre misteriosa sul fianco della montagna fuoriesce un flusso nero e vorticante di pipistrelli che invadono il cielo come una corrente scura e serpentina per almeno mezz’ora.
Una scena davvero incredibile che garantisce la possibilità di fare foto bellissime.

Il treno di bambù

Il Bamboo Train (o treno di bambù) è sicuramente una delle tappe più divertenti dell’esplorazione di Battambang. Chiamato anche affettuosamente “Norry” dai locali è un particolare e rudimentale mezzo di locomozione molto utilizzato dai contadini e commercianti locali che devono spostare in modo economico le loro merci lungo la tratta ferroviaria tra Phnom Phen e Battambang. Ma come immaginerete non si tratta affatto di un vero treno quanto di un telaio con una piattaforma fatto principalmente di legno e bambù che scorre lungo i binari grazie ad un motore scoppiettante e rumoroso. Questo bizzarro mezzo per muovere merci o persone è assolutamente abusivo e illegale ma è diventato talmente importante per l’economia locale da essere stato informalmente accettato dalle forze dell’ordine e dal governo. Un giro sul treno più rudimentale della Cambogia è davvero un’esperienza simpatica che si può fare da uno dei numerosi punti di accesso lungo la ferrovia.

Se vi interessa conoscere meglio la Cambogia date un’occhiata ai consigli di viaggio sul periodo migliore, itinerari, la situazione sanitaria, su cosa mangiare e cosa vedere in Cambogia .

LE NOSTE PROPOSTE PER Battambang

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Cosa vuoi visitare ?
Compila il form qui di seguito, un operatore ti ricontatterà entro 24h.