Più immagini (4)

Chiang Rai, perla della Thailandia del nord

Chiang Rai è una provincia che si trova a circa 200 km a nord-est della ben più nota Chiang Mai ed è raggiungibile in circa tre ore di auto da essa. Nonostante la distanza, la visita a Chiang Mai si completa sempre con uno giorno o due a Chiang Rai, anche grazie a un sistema di trasporti che le collega perfettamente.

Rappresenta indubbiamente benissimo lo stereotipo di regione thailandese del nord: una cittadina principale raccolta e circondata colline verdeggianti, risaie, piantagioni da té, villaggi minori e grandi spazi aperti… un insieme di elementi unici e imperdibili che hanno il potere di incantare anche il turista più reticente. La città di Chiang Rai nonostante le sue dimensioni modeste è la Capitale dell’omonima provincia, nonché una delle città più incantevoli e stimolanti dal punto di vista turistico di tutta la Thailandia. Grazie alla presenza dell’aeroporto di Mae Fah Luang-Chiang Rai e alla sua posizione strategica è un buon punto d’appoggio per esplorare diverse aree del paese meno inflazionate dal turismo di massa.
Chiang Rai è stata fondata nel 1262, solo 34 anni prima della vicina Chiang Mai, la cittadina omonima è relativamente piccola ma piacevole da esplorare tra templi incredibili (avete mai sentito parlare del White Temple?), mercati vivaci, botteghe tradizionali e ristorantini invitanti. Ma senza dubbio il Triangolo d’Oro è la sua attrazione più famosa che attira tantissimi turisti amanti dei poetici paesaggi rurali e naturali che ha da offrire. La vicinanza di questa regione del nord della Thailandia, così evidente nei costumi e nelle usanze, ai confini birmani e laotiani la rende anche geograficamente una porta di accesso a questi paesi vicini e accresce agli occhi del turista il suo indubbio richiamo esotico. Qui le vostre aspettative non verranno affatto deluse… questa è una meta insostituibile della Thailandia, un luogo di cultura e spiritualità immerso nel verde che vi conquisterà senza alcuno sforzo.

Wat Rong Khun (White Temple)

Il motivo principale per il quale la maggior parte dei turisti approcciano la città di Chiang Rai è il suo incredibile White Temple (che in thailandese si chiama Wat Rong Khun). Il grande complesso templare si trova a una decina di chilometri dal centro e a detta di molti è uno degli edifici religiosi più belli e affascinanti al mondo. Il motivo? Qui tutto è di un bianco intenso, ricoperto di specchi che riflettono la luce in una maniera quasi accecante per un effetto visivo finale decisamente fuori dal comune.

Il tempio è stato costruito nel 1997, a rimpiazzo dell’antico Wat Rong Khun che era ormai caduto in rovina. Questo luogo nacque per volontà dell’artista Chalermchai Kositpipat che aveva talmente tanto a cuore il progetto da decidere di autofinanziarlo con i propri soldi. All’interno del blocco principale troverete uno stile abbastanza classico con Buddha dorati e dipinti canonici ma osservando con attenzione noterete che alcune figure rappresentate sono piuttosto inusuali… qualche esempio? Michael Jackson, Terminator, Kung Fu Panda, Neo di Matrix, Harry Potter, Superman e sullo sfondo attacchi terroristici e disastri nucleari… Non il solito tempio Thai eh?!

Baan Dam

Il Baan Dam (detto anche Black House) sembra davvero essere l’esatto opposto del White Temple… dite addio alla luce luminosa e gioviale del tempio bianco e immergetevi nell’elegante ombra di questo edificio dai toni scuri per scoprire un altro dei simboli della particolarità della città di Chiang Rai. Anche questa meraviglia è opera di un artista locale, Thawan Duchanee, che all’interno di un bellissimo parco ha creato una serie di costruzioni thai dai toni scuri che mixano l’architettura tradizionale del nord della Thailandia con quella moderna, creando uno stile del tutto nuovo. Il complesso è composto da circa quaranta costruzioni intermezzate da altre creazioni artistiche come sculture e installazioni. L’aria che si respira qui è profondamente creativa, uno splendido insieme di arte sacra e profana che merita decisamente una visita per la sua unicità.

Wat Phra Kaew

Durante degli scavi nel 1434 proprio in questo punto venne scoperto uno dei simboli religiosi più importanti di tutta la Thailandia: il Buddha di Smeraldo. Oggi questa importantissima scultura si trova presso il Wat Phra Kaew di Bangkok ma qui a Chiang Rai, nel tempio sorto dove è avvenuto il ritrovamento fortuito, è custodita una fedele copia del prezioso Buddha di Smeraldo vestito d’oro e gemme preziose che potrete ammirare in tutto il suo splendore. La statua è stata posizionata qui nel 1991 in onore del 90° compleanno della Principessa Madre Srinagarindra ed è meta di tanti fedeli pellegrini che vengono a rendere omaggio alla sua memoria e alla copia dell’antico Buddha dal verde intenso. Il complesso templare in legno è molto bello e le sue decorazioni dorate sono molto particolari, inoltre vi incanterà la natura rigogliosa che lo circonda e che sembra proteggerlo circondando gli edifici religiosi con fronde e rami su ogni lato.

Il triangolo d’oro

Cosa vedere Chiang Rai Due Giorni Triangolo Oro

Con il termine Triangolo d’Oro, in inglese Golden Triangle, s’intende un’area di circa 950,000km², compresa tra Thailandia, Laos e Birmania dove i tre paesi confinano e il fiume birmano Ruak confluisce nel Mekong lungo il confine tra Thailandia e Laos. La zona Thailandese del Triangolo d’Oro sorge proprio in provincia di Chiang Rai ed è un luogo di impareggiabile bellezza per gli incredibili scorci naturali e rurali che offre al visitatore. Pensare che un tempo questa è stata la regione con la maggior produzione di oppio al mondo mentre ora è uno dei luoghi più gettonati dai turisti che si avventurano fino al nord della Thailandia per fare bellissime escursioni a bordo di imbarcazioni tradizionali lungo il famoso fiume Mekong. Durante un’escursione nel Triangolo d’oro non dovrete perdere il maestoso tempio Wat Phra That Pu Khao situato in posizione a dir poco panoramica e il Museo dell’Oppio, struttura che propone una serie di testimonianze storiche interessanti di quando questa era la regione dell’oppio.

Khonkon Waterfall

Se cercate un’avventura allora siete pronti per una visita alle cascate Khonkon, che si possono raggiungere con una bella (ma un po’ impegnativa) passeggiata di circa 2 chilometri nella foresta sempre nei dintorni di Chiang Rai. Non ci sono sentieri precisi ed è meglio farsi accompagnare da una guida locale, ma dopo una salita piuttosto faticosa vi troverete davanti delle cascate bellissime alte ben 70 metri e un luogo paradisiaco in mezzo alla giungla dove rinfrescarsi e fare tante splendide foto. Purtroppo le cascate sono attive in tutto il loro splendore solo durante la stagione delle piogge o nei periodi immediatamente successivi, ma se sarete così fortunati da vederle sgorgare poderose sarà una bella soddisfazione che vale la salita faticosa.

Vuoi approfondire le cose da vedere e fare a Chiang Mai? Leggi la nostra guida

LE NOSTE PROPOSTE PER Chiang Rai

a partire da 0 USD

Tour al Triangolo D’ Oro da Chiang Mai

Tour di gruppo , una delle classiche destinazioni del turismo della Thailandia, il TRIANGOLO D'ORO, conosciuto in passato per la ...

a partire da 124 USD

Tour ai templi di Chiang Rai

Durante questo questo tour privato scoprirete cosa vedere a Chiang Rai e vi faremo conoscere la Thailandia più vera e ...

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Cosa vuoi visitare ?
Compila il form qui di seguito, un operatore ti ricontatterà entro 24h.