Da Bangkok a Kanchanaburi

di Marco Manfredi


Da Bangkok a Kanchanaburi

Kanchanaburi è una piccola città situata in una vasta area piena di vegetazione, con bellezza naturali e paesaggistiche di rilievo, un luogo ideale per immergersi nella rigogliosa campagna thailandese, senza doversi allontanare troppo da Bangkok. Kanchanaburi infatti si trova in un territorio ricco di vegetazione, attraversato dal fiume Kwai, con boschi, cascate, elefanti, un luogo dove è possibile praticare attività sportive all’ aperto come il rafting, il trekking o semplici gite in bicicletta. La cittadina di Kanchanaburi si sviluppa lungo il fiume Kwai, un fiume che è composto da due ramificazioni diverse, che confluiscono fra loro proprio presso la cittadina thailandese, un fiume reso famoso in Occidente da un film pluripremiato della fine degli anni ’50 intitolato “The bridge on the river Kwai” (Il ponte sul fiume Kwai). L’atmosfera è quella rilassante di una città a misura d’uomo, anche se viene vivacizzata dalle attività e dalle offerte rivolte ai numerosi turisti, anche locali, che vengono a Kanchanaburi per trascorrervi qualche giorno.

Indice

Come Arrivare a Kanchanaburi

Da Bangkok  a Kanchanaburi arrivare è abbastanza facile, la cittadina infatti è facilmente raggiungibile in auto, in pullman o treno e si trova a circa 140 chilometri da Bangkok. Se si decide di arrivare a Kanchanaburi in auto, bisogna seguire l’autostrada 4 da Bangkok e poi prendere lo svincolo che porta sull’ autostrada 323 che si trova subito dopo Nakhon Pathom. Ovviamente, per chi vuole godersi il viaggio senza fretta, è sempre meglio arrivare a in autobus, dove ci si può immergere nella quotidianità thailandese fin da subito viaggiando con gli abitanti del luogo. Se si vuole andare in autobus, si parte dalla stazione dei bus di Bangkok che garantisce collegamenti giornalieri per Kanchanaburi. Anche il viaggio in treno, nonostante la distanza sia breve, non è un viaggio veloce perchè ci vogliono all’incirca 3 ore per coprire i 140 km che separano la capitale thailandese da Kanchanaburi.


Anche questo collegamento, è garantito con convogli che partono tutti i giorni dalla stazione di Hua Lamphong a Bangkok, una struttura che è stata realizzata da un architetto italiano agli inizi del ‘900.

Cosa vedere a Kanchanaburi

L’area della provincia di Kanchanaburi è abbastanza estesa e arriva fino al confine con il Myanmar (Birmania) e, di conseguenza, ci sono diverse attrazioni da visitare e attività da svolgere. Ovviamente, molte aree di interesse sono concentrate lungo il fiume Kwai, dove vi sono strutture nelle quali è possibile alloggiare, le tipiche case- chiatte da dove è possibile ammirare i dintorni ed i luoghi di interesse turistico. Per i più avventurosi ci sono anche sistemazioni molto spartane ed economiche in queste strutture, ma normalmente le case-chiatte sono di buon livello e sono in grado di offrire anche ottime sistemazioni, come per esempio il River Kwai Resotel. Da qui è possibile visitare il Ponte sul fiume Kwai, l’attrazione più famosa di Kanchanaburi, il Museo della guerra, il cimitero di guerra Don Rak e Il cimitero Chungkai.

Il museo della guerra (Jeath war museum), racconta la costruzione della “ferrovia della morte”, così chiamata perché costruita dai prigionieri di guerra tenuti dai Giapponesi in condizioni infernali durante la seconda guerra mondiale. Vicino a questo museo si trova il Wat Chaichumphon Chanasongkhram, un bel tempio Buddhista.

Tutte le principali attrazioni, infatti, sono distribuite tra il fiume Kwai ed il vivace centro cittadino. Orientarsi a Kanchanaburi è molto semplice. La strada principale, la Thanon Saeng Chuto, percorre tutta la città da nord a sud, collegando il ponte sul fiume Kwai, la stazione ferroviaria e la stazione degli autobus. Vicino alle due stazioni si svolgono i due tipici mercati notturni thailandesi, dove è possibile comprare di tutto. Parallela a questa arteria, più vicino al fiume, c’è la via Thanon Mae Nam Kwae dove si trovano la maggior parte degli alberghetti e dei bar locali.

Se si vuole affittare un motorino per esplorare i dintorni oltre all’ area fluviale, meglio rivolgersi a noleggiatori che non vi chiedano il passaporto come garanzia, viceversa a volte possono verificarsi episodi spiacevoli al momento della restituzione del mezzo. Ricordarsi sempre che per guidare il mezzo noleggiato è necessaria la patente internazionale riconosciuta in Thailandia. Se si preferisce muoversi con i classici tuk-tuk colorati, è sempre bene ricordarsi che non sono proprio a buon mercato.

Spostandosi nei dintorni, si trovano costruzioni con una architettura particolare, che risentono di una chiara influenza cinese e qualche tempietto come il Wat Tham Khao Poon, un piccolo tempio tempio posto all’ interno di una grotta. Gironzolando verso Ovest si incontrano diversi templi e il Prasat Mueang Sing Historical Park, un’area templare realizzata con il tipico stile Cambogiano Khmer, da visitare preferibilmente nei giorni feriali perché molto affollata nei week-end. Per chi ama lo sport, gli elefanti, il trekking e le bellezze naturali ma anche per chi voglia semplicemente immergersi nel verde, è indispensabile andare a visitare Il Parco nazionale di Erawan, con le omonime cascate che si trovano proprio in questa zona, a soli 65 Km da Kanchanaburi. Le cascate di Erawan si sviluppano su sette livelli, sormontati da un’altra cascata tripla.

Per arrivare al punto più alto, si sale per un ripido sentiero, per cui si consiglia un abbigliamento comodo e scarpe adatte, la salita è impegnativa, ma la visione di questi scenari naturali è un’esperienza imperdibile che ripaga ampiamente dello sforzo fatto. Per gli amanti degli animali è consigliata una visita al Santuario degli elefanti,

l’Elephant Heaven, dove è possibile intrattenersi da vicino con questi splendidi animali, che vengono curati e non sfruttati o maltrattati come invece accade in altre strutture analoghe. Ogni giorno ci sono partenza dalla stazione di Kanchanaburi per raggiungerlo e si possono contattare anche via web i gestori del servizio che organizzano il trasporto dalla stazione al santuario degli elefanti con i loro mezzi.

Quanti giorni a Kanchanaburi

Un paio di giorni sono sufficienti per riuscire ad apprezzare le attrazioni più significative di Kanchanaburi. Il periodo migliore per visitarla è comunque quello della stagione secca, che va da Novembre ad Aprile, ma a parte i mesi di Settembre ed Ottobre che sono i mesi più piovosi dell’anno, si possono trovare bellissime settimane di sole anche negli altri mesi.Ad Aprile si può apprezzare la festa del capodanno Thailandese che cade il 13 e se ci si reca invece alla fine di novembre, ogni anno si tiene il River Kwai Bridge Festival, che per dieci giorni anima le serate della piccola cittadina thailandese.

Cosa Fare a Kanchanaburi

Bangkok e kanchanaburi 3 giorni Questo tour di 3 giorni vi permetterà di scoprire i segreti della capitale thailandese, come il celebre Palazzo Reale, il tempio Wat Pho, il Wat Arun, la folle Chinatown e i suoi vivaci mercati. Una volta saturi dell'atmosfera cittadina di Bangkok potrete immergervi nella natura più pura visitando Kanchanaburi, dove potrete provare l'ebrezza di dormirete sul fiume Kwai in un resort di classe e al mattino potrete esplorare le Cascate Erawan e vivere una bellissima esperienza con gli elefanti, animali molto intelligenti e amabili. Ecco il programma che vi farà vivere tre giorni memorabili da Bangkok a Kanchanaburi. Bangkok e Kanchanaburi 3 giorni

Un giornata con gli elefanti a kanchanaburi Se siete a Bangkok avete adesso la possibilità di andare a visitare uno dei migliori centri dell'Asia per la tutela e la cura degli elefanti, l'Elephant Haven Thailand, uno dei più impegnati nella difesa dell'elefante, non mancare quest'appuntamento con qualcosa di unico. Un giornata con gli elefanti a Kanchanaburi

Kanchanaburi tra treni, natura ed elefanti, 3 giorni Tour privato--Tre giorni veramente alla grande con il giro sulla famosa "ferrovia della morte" e la natura di Kanchanaburi con la sua cascata più bella e il bagno con gli elefanti KANCHANABURI TRA TRENI, NATURA ED ELEFANTI, 3 giorni

Kanchanaburi, tour di gruppo 2 giorni, mercato, cascate e bagno con gli elefanti Gita di due giorni nella natura di kanchanaburi: mercato galleggiante Damnoen Saduak , poi il ponte sul fiume kwai , il bagno con gli elefanti , una notte sulle case galleggianti e poi le cascate erawan, un ottimo programma di gruppo. KANCHANABURI, TOUR DI GRUPPO 2 GIORNI, MERCATO, CASCATE E BAGNO CON GLI ELEFANTI

Kanchanaburi le cascate erawan e bagno con gli elefanti Un giorno alle Cascate Erawan con esperienza al Natur Park Elephant (bagno e conoscenza elefanti) Kanchanaburi le cascate Erawan e bagno con gli elefanti

Cascate erawan, ferrovia della morte ed elefanti Amici Miei vi propone un tour privato di due giorni nella provincia di kanchanaburi in visita ad alcune delle attrazioni più importanti della Thailandia e delle esperienze più amate dai turisti: il Mercato del treno e il mercato galleggiante, il famoso ponte sul fiume Kwai, la Ferrovia della Morte e il bagno assieme agli elefanti. Il tutto nell’arco di due giorni da favola. Cascate Erawan, ferrovia della morte ed elefanti

Bangkok e pattaya , nove giorni di visite e spiagge Nove giorni di cultura e mare: Bangkok, Ayutthaya, Lopburi, Kanchanaburi, mercati e arrivo a Pattaya. Un'ottimo programma per scoprire molti bei posti intorno a Bangkok, con la nostra guida turistica privata parlante italiano potrete godervi le vostre vacanze il più possibile e sarà una bella sorpresa conoscere questa parte della Thailandia molto importante. Bangkok e Pattaya , nove giorni di visite e spiagge

Kanchanaburi: 2 giorni sul fiume kwai tra mercati, cascate e elefanti Tour Privato- Mercato del treno e mercato galleggiante , Ponte sul fiume Kwai, Cascate Erawan e bagno elefanti, tutto in due giorni da favola KANCHANABURI: 2 GIORNI SUL FIUME KWAI TRA MERCATI, CASCATE E ELEFANTI

Kanchanaburi: cascate erawan e ponte sul fiume kwai Tour Privato- Un giorno alle Cascate Erawan e al Ponte sul Fiume kwai. KANCHANABURI: CASCATE ERAWAN e PONTE SUL FIUME KWAI

Kanchanaburi: mercato della ferrovia, mercato galleggiante e bagno con gli elefanti Tour Privato - Un gran tour ai due mercati piu' famosi , Ponte sul fiume Kwai, Bagno con gli elefanti KANCHANABURI: MERCATO DELLA FERROVIA, MERCATO GALLEGGIANTE E BAGNO CON GLI ELEFANTI

Kanchanaburi: tre giorni al river kwai resotel per un’esperienza unica Tour di gruppo- Tour di qualita', 3 giorni a Kanchanaburi con due notti in uno dei piu' bei resort sul fiume Kwai, una grande occasione per conoscere questa regione a est di Bangkok.  KANCHANABURI: TRE GIORNI AL RIVER KWAI RESOTEL PER UN’ESPERIENZA UNICA

Mercato galleggiante e bagno con gli elefanti Piacevole tour di gruppo con guida in lingua inglese Mercato Galleggiante e bagno con gli Elefanti

15 giorni thailandia: una vacanza per chi non vuole star fermo Da Bangkok a Phuket, passando per Ayutthaya, kanchanaburi, Chiang Mai, Chiang Rai, Similan island, Surin Island e per finire Phi Phi Island, una Vacanza in Thailandia per chi non vuole  star fermo (alla grande credeteci !!). 15 Giorni Thailandia: una Vacanza per chi non vuole star fermo

Kanchanaburi: mercato galleggiante e ponte sul fiume kwai Uu classico tour di gruppo sempre apprezzato KANCHANABURI: MERCATO GALLEGGIANTE E PONTE SUL FIUME KWAI

1 giorno kanchanaburi: fiume kwai e kanchanaburi Un tour di gruppo per visitare la provincia tanto amata di Kanchanaburi a est di Bangkok 1 giorno Kanchanaburi: fiume Kwai e Kanchanaburi